La Mia Visita La Mia Collezione Cerca Aiuto
Lingua: Vai
Versione Testuale
Altri modi per esplorare:
Collegamenti Collegamenti
Cartina Cartina
Cronologia Cronologia
Multimedia Multimedia
Biblioteca Biblioteca
Temi Temi
Tipo Tipo
Siti e Musei Siti e Musei
Cerca Cerca
Stile: Antico Regno Stile: Antico Regno

Pagina:

1

|

2
Titolo Tipo
La traduzione non è disponibile
La traduzione non è disponibile

Sito Archeologico

Abusir
Abusir

Abusir è collocata a nord di Saqqara. Presenta i resti dei templi del sole, piramidi e alcune tombe private della V Dinastia.

Sito Archeologico

Abydos
Abydos

Abydos è il nome greco dell’antica città egiziana di Abdju. Fu la capitale dell’VIII nome dell’Alto Egitto e il maggiore centro di culto di Osiride. In questa regione ci sono vari siti archeologici.

Sito Archeologico

Akhmim
Akhmim

Akhmim si trova ad est di Sohag. Era un importante centro, sacro al dio della fertilità Min. Ramses II vi costruì un tempio maestoso.

Sito Archeologico

Buche per barche del re Unas
Buche per barche del re Unas

Accanto alla rampa processionale del re Unas, un metro e mezzo dai resti del tempio funerario, ci sono due grandi buche a forma di barca; ogni buca è lunga circa 44 metri e ricorda le cinque buche per barca ritrovate nei pressi della piramide del re Khufu.

Sito Archeologico

Colonnato d’ingresso del complesso del re Gioser
Colonnato d’ingresso del complesso del re Gioser

Il complesso della Piramide a Gradoni del re Gioser nella necropoli di Saqqara è circondato da un muro dotato da un’unica porta. La porta conduce attraverso un passaggio stretto al grande colonnato d’ingresso.

Sito Archeologico

Dahshur
Dahshur

Dahshur copre l’area più a sud della necropolis di Menfi e comprende diversi complessi piramidali e monumenti, incluse le piramidi del re Senefru.

Necropoli

Elefantina
Elefantina

Questa isola di granito fu la capitale del primo distretto (Nome) dell'Alto Egitto. Il suo antico nome egizio era Abw, che significa "avorio".

Sito Archeologico

Il complesso della Piramide a gradoni
Il complesso della Piramide a gradoni

Il complesso della Piramide a gradoni fu costruito per ordine del re Gioser della III Dinastia dal visir Imhotep a Saqqara. Il complesso fu costruito tenendo presente le strutture già esistenti della capitale egiziana in modo che il faraone potesse ripetere la sua esperienza terrena anche nell’aldilà.

Necropoli

Il cortile di Heb-Sed e le cappelle del complesso del re Gioser.
Il cortile di Heb-Sed e le cappelle del complesso del re Gioser.

Sul lato est del grande cortile del complesso del re Gioser e parallalo ad esso, si trova un cortile rettangolare detto Cortile della Heb Sed. La Heb-sed era una festività reale che si teneva ogni 30 anni e celebrava l’anniversario dell’incoronazione del faraone.

Sito Archeologico

La casa del nord del complesso del re Gioser
La casa del nord del complesso del re Gioser

A nord-est della Piramide a Gradoni di Gioser c’è un piccolo cortile nel quale si trova un edifico, chiamato la casa del nord.

Sito Archeologico

Mastaba di Akhet-hotep
Mastaba di Akhet-hotep

La mastaba è una tomba doppia che appartenne a due dignitari vissuti durante la V dinastia: Akhet-hotep e suo figlio Ptah-hotep. I titoli principali di Akhet-hotep furono visir e giudice nonchè "supervisore dei profeti delle piramidi di Nyussera, Djedkara Isesi, e Menkaura".

Tomba

Mastaba di Idut
Mastaba di Idut

Originariamente la mastaba fu costruita dal visir Ihy che visse durante il regno del re Unas, alla fine della V dinastia; più tardi fu usurpato dalla principessa Sesh-seshet, che aveva il titolo di "figlia del re". Lei è nota anche con il nome di Idut.

Tomba

Mastaba di Iru-ke-Ptah
Mastaba di Iru-ke-Ptah

Iru-ke-Ptah fu il capo del mattatoio reale durante la V dinastia. La parte superiore della sua mastaba è composta da un pezzo allungato, scolpito in una roccia nativa. È molto nota per la quantità di statue scolpite nella roccia, il che era una pratica molto rara. Ci sono otto statue sul muro sinistro e quattro sul destro.

Tomba

Mastaba di Mehu
Mastaba di Mehu

Nel 1940 d.C. il Servizio Egiziano delle Antichità scavò l’importante mastaba del visir Mehu, che visse durante la VI dinastia. La sua importanza è dovuta alle perfette condizioni delle decorazioni dipinte, specialmente quelle relative alla cappella delle offerte dove i colori sono ancora perfettamente intatti.

Tomba

Mastaba di Nefer-her-en-Ptah, nota come Tomba dell’uccello
Mastaba di Nefer-her-en-Ptah, nota come Tomba dell’uccello

Una mastaba appartenente a Nefer-her-en-Ptah che visse durante la dinastia V. Sul pannello più alto del muro ovest, c’è una splendida scena grande di caccia agli uccelli che conferisce alla tomba il nome di "la tomba dell’uccello".

Tomba

Mastaba di Niankh-khnum e Khnum-hotep
Mastaba di Niankh-khnum e Khnum-hotep

Una mastaba che appartenne a due dignitari vissuti durante la V dinastia dato che i loro titoli sono "i profeti di Ra nel tempio del sole del re Nyussera". Il loro vero lavoro, però, era quello di capi degli addetti alla manicure della grande casa (ossia il palazzo reale). Molto probabilmente i due erano fratelli, forse gemelli, visto che sono raffigurati sui muri della tomba con gli stessi lineamenti.

Tomba

Mastaba di Ptah-hotep
Mastaba di Ptah-hotep

La mastaba è una tomba doppia che appartenne a due dignitari vissuti durante la V dinastia: Ptah-hotep e suo fratello Akhet-hotep. Ptah-hotep ricoprì il ruolo di visir e di giudice.

Tomba

Menfi
Menfi

Prima del 3000 a.C., l’Egitto era diviso in due regni: il Basso e l’Alto Egitto. Dopo l’unificazione di questi due regni voluta dal re Menes, fu necessario fondare una nuova capitale che rappresentasse l’unità del nuovo paese. A partire dall’Antico Regno, la capitale fu chiamata Mennefer, che in seguito fu pronunciata "Menfi" dai Greci.

Sito Archeologico

No se encuentra disponible la traducción.
No se encuentra disponible la traducción.

Sito Archeologico

Pagina:

1

|

2
Riguardo a Egitto Eterno Screensaver di Egitto Eterno Condizioni d'uso Contattaci
© Copyright 2005. Tutti i diritti riservati.